In offerta!

Il Cammino minerario di Santa Barbara

5.00 su 5 in base a 1 valutazione del cliente
(1 recensione del cliente)

18,00  15,30 

400 km nel Sulcis-Iglesiente-Guspinese

Dal mare cristallino di Sant’Antioco alle fitte foreste del Marganai, dalle bianche dune di Piscinas alle spettacolari grotte di Is Zuddas, un viaggio indimenticabile alla scoperta della Sardegna sud-occidentale, tra suggestive miniere dismesse, gallerie affacciate sugli scogli, villaggi fantasma e antiche ferrovie che si perdono nei boschi.

Fil rouge devozionale è il culto di santa Barbara, patrona dei minatori, le cui chiese punteggiano questo splendido itinerario storico e naturalistico.

Descrizione

Un percorso ad anello che da Iglesias si snoda lungo le piste e i sentieri battuti dai minatori lungo 8.000 anni di storia, dal Neolitico al Novecento.

Con tutte le informazioni utili: quando partire, cosa portare, le mappe, le altimetrie, i dislivelli, la descrizione del percorso, dove dormire, i luoghi da visitare.

E, inoltre, le storie e le testimonianze di chi ha lavorato in miniera.

Giampiero Pinna, geologo, nel 2000-2001 ha guidato l’occupazione della miniera di Monteponi che ha portato all’istituzione del Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna, riconosciuto dall’Unesco. Ha ideato il Cammino minerario di Santa Barbara.

Sfoglia una tappa online:

Informazioni aggiuntive

Anno

Pagine

1 recensione per Il Cammino minerario di Santa Barbara

  1. 5 di 5

    “Il Cammino Minerario di Santa Barbara” è su Mountainblog

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *