Da Gambolò a Novara


Giancarlo Cotta Ramusino, autore di Camminatori, viaggia verso il Festival della Viandanza che si tiene a Monteriggioni con la sua Goat, la graziella da lui modificata. Ecco il racconto e le foto della prima tappa da Gambolò a Novara. Le previsioni qualche giorno fa dicevano che fra Gambolò e Novara ci sarebbe stato un bel temporale… per tutto il pomeriggio. Pedalare con la pioggia non è una bella…

Leggi tutto

Verso Pavia


La Goato non è un mezzo garantito, non è come quelle auto alle quali veinen sigillato il motore per vedere quanti chilometri fanno senza fondere. Con la Goat qualcosa che darà dei problemi ci sarà prima o poi. I pezzi sono un po’ vecchiotti e la tecnologia a suo tempo non era eccellente, ho già parlato abbastanza male dei freni olandesi. Però io ho voluto introdurre alcuni peggioramenti… Ho mess…

Leggi tutto

Diario di Bobbio


E così si arriva a Bobbio… Non so perché, forse la sfortuna, forse la paura, forse la poca voglia di congelarsi sotto la pioggia in una tranquilla giornata invernale di fine maggio come tante… Eppure anche stavolta non ce l’ho fatta ad arrivare a Bobbio un po’ più da est, anche stavolta sono arrivato dalla Val Trebbia. Questa cosa non mi va giù, appena ho due giorni liberi parto da casa con una bi…

Leggi tutto

Diario a Bardi


Eccomi qua a scrivere sul tavolo dell’ostello di Bardi, ho appena riletto il commento lasciato sul diario dei pellegrini da Alessio, quando siamo passati il 13 Febbraio. Devo dire che la tappa di oggi è stata decisamente diversa da quella del 13 Febbraio, ma quella di ieri non molto. L’altra volta sulla sella dei generali abbiamo rifatto il punto e abbandonato il sentiero per entrare nella strada…

Leggi tutto

Da Farini a Bardi


Non è facile scrivere un diario di viaggio in tempo reale, infatti non ci sto riuscendo. Questo percorso non è proprio facile facile, un giorno fa freddo l’altro tira vento, un giorno piove e l’altro non riesci a stare asciutto, un giorno è nuvoloso l’altro c’è il cielo coperto e vedi tutto grigio. È comunque un viaggio con alti e bassi, si alternano giornate tremende con giornata più tranquille,…

Leggi tutto

I primi ringraziamenti


I ringraziamenti bisogna farli prima che passino di mente, prima che si dimentichi qualcuno. Andiamo in ordine cronologico, prima di tutto la mamma che anche stavolta ha preparato all’ultimo momento ciò che mi serviva, una nuova borsa per tenere la fotocamera al collo senza ballonzolare, alcuni sacchi in nylon. Poi Antonia e Angela che hanno ospitato la Goat la notte prima della partenza. Mauro ch…

Leggi tutto

A Monteriggioni


Un diario è una cosa semplice, semplicemente va scritto tutti i giorni, ma tutti i giorni non è facile scrivere. A volte sei stanco, a volte non ne hai voglia, a volte non sai cosa scrivere, però cominci a buttar giù qualcosa e qualche idea verrà. Magari scrivo al rovescio, partendo dal giardino di Monteriggioni seduto su un sasso facendo attenzione a non sbragare i pantaloni da ciclista. Non sono…

Leggi tutto